Avvento in Famiglia 2020

Avvento in Famiglia 2020

AVVENTO IN FAMIGLIA 2020

PREGHIERA ALLA VERGINE MARIA

G – Rivolgiamo con fiducia la nostra unanime preghiera a Maria, Madre nostra. Ella, che attese e portò in grembo l’Unigenito Figlio di Dio, ci insegni a rimetterci in cammino per convertirci al Signore e combattere la sfiducia e il male.

C – Santa Maria, Vergine dell’attesa, donaci del tuo olio perché le nostre lampade si spengono. Vedi: le riserve si sono consumate. Non ci mandare ad altri venditori, Riaccendi nelle nostre anime gli antichi fervori che ci bruciavano dentro, quando bastava un nonnulla per farci trasalire di gioia: l’arrivo di un amico lontano, il rosso di sera dopo un temporale, il crepitare del ceppo che d’inverno sorvegliava i rientri in casa, le campane a stormo nei giorni di festa, il sopraggiungere delle rondini in primavera, l’acre odore che si sprigionava dalla stretta dei frantoi, le cantilene autunnali che giungevano dai palmenti, l’incurvarsi tenero e misterioso del grembo materno, il profumo di spigo che irrompeva quando si preparava una culla.

Se oggi non sappiamo attendere più, è perché siamo a corto di speranza. Se ne sono disseccate le sorgenti. Soffriamo una profonda crisi di desiderio. E, ormai paghi dei mille surrogati che ci assediano, rischiamo di non aspettarci più nulla neppure da quelle promesse ultraterrene che sono state firmate col sangue dal Dio dell’alleanza.

Santa Maria, donna dell’attesa, conforta il dolore delle madri per i loro figli che, usciti un giorno di casa, non ci son tornati mai più, perché uccisi da un incidente stradale o perché sedotti dai richiami della giungla. Perché dispersi dalla furia della guerra o perché risucchiati dal turbine delle passioni. Perché travolti dalla tempesta del mare o perché travolti dalle tempeste della vita.

Colma di pace il vuoto interiore di chi nella vita le ha sbagliate tutte, e l’unica attesa che ora lo lusinga è quella della morte. Asciuga le lacrime di chi ha coltivato tanti sogni a occhi aperti, e per la cattiveria della gente se li è visti così svanire a uno a uno, che ormai teme anche di sognare a occhi chiusi.

Santa Maria, Vergine dell’attesa, donaci un’anima vigiliare: ci sentiamo purtroppo più figli del crepuscolo che profeti dell’avvento. Sentinella del mattino, ridestaci nel cuore la passione di giovani annunci da portare al mondo, che si sente già vecchio. Portaci, finalmente, arpa e cetra, perché con te mattiniera possiamo svegliare l’aurora.

Di fronte ai cambi che scuotono la storia, donaci di sentire sulla pelle i brividi dei cominciamenti. Facci capire che non basta accogliere: bisogna attendere. Accogliere talvolta è segno di rassegnazione. Attendere è sempre segno di speranza. Rendici, perciò, ministri dell’attesa. E il Signore che viene, Vergine dell’Avvento, ci sorprenda, anche per la tua materna complicità, con la lampada in mano.
T – Amen.

29 Novembre – Avvento B: Domenica I

Isaia

63,16-19; 64,1-3.8

Salmo

79

Apostolo

1 Corinzi 1,3-9

Marco

13,33-37

Se Dio scendesse da noi!

Il Giorno del Signore

State svegli!

Vigilante attesa del Signore che viene

Figura di riferimento: Il profeta Isaia

Accensione del cero in famiglia:

Quando di notte si lascia accesa una luce in casa
significa che stiamo aspettando l’arrivo di qualcuno.
Noi ora accendiamo questo cero
ascoltando il Profeta che ci invita alla fiducia nel ritorno
del Signore.
Egli verrà e ci salverà, ci stringerà a sé come un padre
i suoi figli.

6 Dicembre – Avvento B: Domenica II

Isaia

40,1-5.9-11

Salmo

84

Apostolo

2 Pietro 3,8-14

Marco

1,1-8

Ogni valle sia colmata.

Cieli e terre nuove.

Preparate la via.

Preparate le vie al Signore che viene

Figura di riferimento: Giovanni, il Battezzatore

Accensione del cero in famiglia:

Accendiamo il secondo cero
rispondendo all’invito del Battista:
Preparate la strada al Signore che viene.
La luce di Gesù ci illumini
perché con il suo amore possa cambiare
il nostro modo di vivere
e ci faccia camminare, insieme ad ogni uomo,
verso il Signore che viene a creare per noi cieli e terre nuove.

13 Dicembre – Avvento B: Domenica III

Isaia

61,1-2a.10-11

Salmo

Luca 1,46…54

Apostolo

Tessalonicesi 5,16-24

Giovanni

1,6-8. 19-28

La notizia di gioia ai poveri.

Gioia perché il Signore viene.

La luce è nel mondo.

Gioia per una presenza che illumina il mondo

Figura di riferimento: Giuseppe, lo sposo di Maria

Accensione del cero in famiglia:

Oggi è la domenica della gioia.
Accendiamo il terzo cero
accogliendo l’invito dell’apostolo Paolo
alla preghiera continua e al ringraziamento.
Teniamolo acceso in noi e in mezzo a noi
per non spegnere lo Spirito.
Così saremo capaci di riconoscere Gesù, il Figlio del Padre,
come ha fatto Giuseppe, uomo giusto.

20 Dicembre – Avvento B: Domenica IV

Isaia

2Samuele 7,1-5.8b16

Salmo

88

Apostolo

Romani 16,25-27

Luca

1,26-38

La notizia di gioia ai poveri.

Gioia perché il Signore viene.

La luce è nel mondo.

Gesù il Figlio del Padre che si fa uomo

Figura di riferimento: Maria, la vergine madre di Gesù

Accogliamo oggi, in mezzo a noi,
la LUCE da BETHLEMME il paese della Palestina
dove è nato Gesù, il nostro Salvatore.
Da questa luce accendiamo il QUARTO CERO
perché ravvivi in noi
la gioia di accogliere Gesù.