Pro-memoria gruppo di lavoro “Ricreatorio San Giorgio”

Pro-memoria gruppo di lavoro “Ricreatorio San Giorgio”

Il giorno 8 giugno 2020 presso la Casa Parrocchiale di San Giorgio si è riunito il Gruppo di lavoro per una riconsiderazione sul ruolo e l’azione della struttura così come è emersa dal Convegno del novembre scorso.

Erano presenti tutti i componenti: Marco, Stefano, Walter, Giuliano, Federica, D. Mario.

E’ stata elaborata una “traccia” del lavoro che il Gruppo è chiamato a svolgere nei mesi che verranno così strutturata:

  1. Il gruppo si riunirà mensilmente ogni primo MARTEDI DEL MESE sempre alle ore 21.15 possibilmente presso il Ricreatorio.

Fino a Dicembre 2020 i giorni saranno i seguenti:

7 luglio;

4 agosto;

1 settembre;

6 ottobre;

3 novembre;

1 dicembre.

  1. In questa prima fase si procederà ad una sistematica rimozione di tutto il materiale inutilizzabile e ad una pulizia di massima degli ambienti già fruibili.

  2. Poi si avvierà una ricognizione di tutti gli spazi interni e esterni evidenziandone le criticità, le necessità di recupero, le potenziali fruibilità, la riconversione degli spazi stessi.

  3. Dalla ricognizione dovrà scaturire la redazione di un PROGETTO EDUCATIVO dell’Oratorio partendo dalle forze vive potenzialmente presenti (Associazione “Ricreatorio San Giorgio”, Agesci, Azione Cattolica) necessario per ipotizzare una ristrutturazione funzionale al raggiungimento degli obiettivi.

  4. Questo primo materiale sarà offerto a quei PROFESSIONISTI che “volontariamente” vorranno darci una mano nell’elaborazione di un progetto tecnico di rimodulazione degli spazi interni ed esterni del Ricreatorio fino alla realizzazione di un plastico che visibilizzi il… ”sogno”.

  5. Contemporaneamente si solleciteranno “amici” dell’imprenditoria locale a studiare una forma di reperimento fondi (donazioni, iniziative di promozione, possibili accessi a finanziamenti di enti, fondazioni,leggi e bandi esistenti).

  6. Si studierà come “aprire” il Ricreatorio al mondo giovanile non appartenente alle tre Associazioni indicate al punto n° 4 e che tipo di rapporti intessere con gli stessi.

  7. Nel pensare alla rimodulazione degli spazi si tenga conto che irrinunciabili sono gli spazi sportivi, la sala cinema opportunamente ridimensionata, spazi ristoro come fonte di reddito stabile anche se contenuta.

  8. In itinere, se sarà necessario, si cercherà di aggiustare il tiro, mutare strategia, arricchire con idee nuove e originali.

  9. Agire presso la superiore autorità ecclesiale per evidenziare come una diversa generazione di “luogo educativo” ( attrattivo, competitivo con i luoghi della trasgressione) può divenire il Ricreatorio San Giorgio.