QUARESIMA GIOVANI E NON: Una Canzone a Settimana per Pensare – IV settimana

QUARESIMA GIOVANI E NON: Una Canzone a Settimana per Pensare – IV settimana

Quarta settimana di Quaresima

FANTASTICO (FAI QUELLO CHE SEI)

Fantastico (Fai Quello Che Sei)
di Laura Pausini

Siamo polvere di stelle
capitati qua giù, qua giù.
E siamo pieni di domande
che ti fai anche tu, tu.
Ma le domande erano armi
finché non ho saputo amarmi
per quella che sono
e per come sono;
perché nessuno può salvarti
dalle paure che hai davanti:
puoi solo tu, soltanto tu,
soltanto tu, come sei tu!
Fai quello che sei,
fallo con orgoglio
e dove stai andando arriverai:
così ti voglio!
Fai quello che sei,
quando fa più male,
quando capirai che su ogni sbaglio
puoi costruire un sogno.
Riempi i suoni,
accendi le mani,
abbraccia come gli uragani
tutti i sogni di domani.
Spegni la luce,
alza la voce,
Fantastico,
come sei tu!
Siamo anime affamate
di tramonti e poesia.
E del coraggio che appartiene
a chi non è andato via, mai via.
Crediamo ancora nei dettagli,
le cose semplici e i risvegli
che cambiano il mondo,
in ogni secondo.
Noi siamo qui per ascoltarci,
e siamo fatti per amarci,
come vuoi tu, come sei tu.
Fai quello che sei,
fallo con orgoglio
e dove stai andando arriverai:
così ti voglio!
Fai quello che sei,
quando fa più male,
quando capirai che su ogni sbaglio
puoi costruire un sogno.
Riempi i suoni,
accendi le mani,
abbraccia come gli uragani
tutti i sogni di domani.
Spegni la luce,
alza la voce,
Fantastico,
come sei tu!

Per una riflessione sulla canzone:

SIATE VOI STESSI E AMATE!
AMATE DIO E IL PROSSIMO

Tardi ti ho amato, Bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato.
Ecco, Tu eri dentro me, io stavo al di fuori: e qui ti cercavo e, deforme quale ero, mi buttavo su queste cose belle che Tu hai creato. Tu eri con me, ed io non ero con Te, tenuto lontano da Te proprio da quelle creature che non esisterebbero se non fossero in Te.
Mi chiamasti, gridasti, e vincesti la mia sordità; folgorasti il tuo splendore e mettesti in fuga la mia cecità; esalasti il tuo profumo, lo aspirai ed anelo a Te; ti degustai, ed ora ho fame e sete; mi toccasti, ed ora brucio di desiderio per la tua pace.

Se tacete, tacete per amore.
Se parlate, parlate per amore.
Se correggete, correggete per amore.
Se perdonate, perdonate per amore.
Sia sempre in voi la radice dell’amore,
perché solo da questa radice
può scaturire l’amore.
Amate, e fate ciò che volete!
L’amore nelle avversità sopporta,
nelle prosperità si modera,
nelle sofferenze è forte,
nelle opere buone è ilare,
nelle tentazioni è sicuro,
nell’ospitalità generoso,
tra i veri fratelli lieto,
tra i falsi paziente.
È l’anima dei libri sacri,
è virtù della profezia,
è salvezza dei misteri,
è forza della scienza,
è frutto della fede,
è ricchezza dei poveri,
è vita di chi muore.
L’amore è tutto!

(Sant’Agostino)

Clicca sul link per scaricare il documento “Riflessione sulla canzone